Chi siamo

La famiglia Unibosi conduce fin dal 1935 una piccola azienda situata a Casola Valsenio (RA)

fam.jpg (16239 byte)

Da sinistra Armando (padre di Vicinio e Pierangelo), Vicinio (meglio noto con il nome di Eugenio),
zio Sergio e Marina (moglie di Vicinio e madre dei suoi tre figli: Flavia, Marco e Luca). 

che attualmente  si compone di circa 60 ettari, la maggior parte dei quali è rappresentata da boschi che forniscono legname, mentre circa 20 ettari sono coltivati a foraggio e cereali

grano.jpg (27316 byte)

Sullo sfondo un campo di cereali che vengono utilizzati per la produzione del mangime.

che costituiscono l'alimentazione principale per l nostro allevamento di bovini di razza pezzata rossa italiana.

Dal 1 Dicembre 1999 l'azienda ha ottenuto la certificazione di produzione biologica per quanto riguarda i cereali, il foraggio e la frutta, un piccolo vigneto per le esigenze familiari ed un castagneto


castagneto.jpg (89403 byte)

La foto mostra una parte del castagneto recentemente recuperato:
le piante - innestate con varietà locali - sono circa un centinaio

recentemente recuperato con una sistematica opera di innesto) e sono in corso di predisposizione le strutture per consentire la stabulazione libera, condizione richiesta dai regolamenti comunitari per la certificazione biologica delle carni. Già da questo momento assicuriamo che i vitelli

mucca2.jpg (20950 byte)

Nella corsia centrale, accanto al fieno, un vitello sta per recarsi dalla madre per la poppata serale.
Nella nostra stalla viene  praticata la linea di allevamento vacca – vitello, non si acquistano quindi, presso terzi,
vitelli per il ristallo e il successivo ingrasso. L’allevamento esclusivamente di capi nati in azienda ci consente di
garantire la qualità delle carni fino dal momento della nascita degli animali stessi.

di nostra produzione sono allevati con foraggi e cereali prodotti in azienda (orzo e mais ). Il ricorso a mangimi prodotti all'esterno è limitato alle quantità necessarie per  integrare la produzione aziendale di mais, ma si precisa che si tratta esclusivamente di farine di cereali controllate,   dalle autorità cui compete la sorveglianza sulla salubrità degli allevamenti  con periodici campionamenti effettuati presso il mangimificio e presso l'azienda. Pertanto l'alimentazione, anche a giudizio dei tecnici del nostro organismo di certificazione, si può già considerare in linea con le prescrizioni in materia di allevamento biologico delle carni.